Password dimenticata?
Home page
L'Ordine
Praticanti
Protezione dei dati
Ricerca consulenti
Commissione Certificazione Contratti
Commissione Pari Opportunitą
Consiglio di Disciplina
Documenti
ELENCO DOMICILI DIGITALI DEGLI ISCRITTI ALL'ALBO DEI CONSULENTI DEL LAVORO RISERVATO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
Modulistica
News
Trasparenza
Registra Praticante
OBBLIGO ASSICURATIVO DAL 15 AGOSTO 2013
06/08/2013

 

Oggetto: Professionisti obbligo stipula polizza assicurativa.
Com'è noto l’art. 5, comma 1, del D.P.R. 137 del 7 agosto 2012 dispone che a decorrere dal 15 agosto 2013 il professionista, a tutela del cliente, sia tenuto a stipulare anche per il tramite di convenzioni collettive negoziate dai Consigli Nazionali e dagli Enti previdenziali, idonea assicurazione che comprenda anche le attività di custodia dei documenti dei valori ricevuti dallo stesso.
Dalla norma sopra citata, emergono sostanzialmente due profili, il primo riguardante il contenuto dell'obbligo, il secondo l'individuazione dei soggetti tenuti ad adempierlo

 

Com'è noto l’art. 5, comma 1, del D.P.R. 137 del 7 agosto 2012 dispone che a decorrere dal 15 agosto 2013 il professionista, a tutela del cliente, sia tenuto a stipulare anche per il tramite di convenzioni collettive negoziate dai Consigli Nazionali e dagli Enti previdenziali, idonea assicurazione che comprenda anche le attività di custodia dei documenti dei valori ricevuti dallo stesso.Dalla norma sopra citata, emergono sostanzialmente due profili, il primo riguardante il contenuto dell'obbligo, il secondo l'individuazione dei soggetti tenuti ad adempierlo

Per quanto riguarda il primo profilo, è di tutta evidenza che la finalità della polizza assicurativa è quella di coprire la "responsabilità civile" ed è, dunque, volta all’eventuale risarcimento dei danni derivanti dall'attività professionale esercitata dal professionista e arrecati alla clientela in conseguenza di errori, negligenze ed omissioni conseguenti a condotte di natura colposa (colpa lieve o colpa grave) inclusa la custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente. Restano ovviamente esclusi dall’ambito di operatività della polizza i danni conseguenti a condotte di natura dolosa.

In merito al secondo profilo, "individuazione dei soggetti tenuti alla stipula della polizza", la norma pur essendo astrattamente riferibile a tutti i professionisti iscritti all'ordine, diviene concretamente esigibile solo qualora costoro esercitino effettivamente l'attività professionale. In altri termini, non è la semplice iscrizione all'ordine che determina l'obbligo di stipula della polizza ma, l'ulteriore condizione di svolgimento dell'attività professionale.

Su quest’ultima condizione, lo scrivente Consiglio Nazionale ritiene opportuno soffermarsi sul criterio di effettività, quale "criterio-guida" dell'applicazione della normativa di legge. In particolare, l'applicazione del criterio dell’effettività diviene decisivo nel caso in cui gli iscritti all'albo svolgano la propria prestazione intellettuale esclusivamente in qualità di dipendenti o di ausiliari, sotto la direzione e responsabilità di altri professionisti e non siano titolari di deleghe o mandati professionali presso Enti, Istituzioni o privati.

Nei suddetti casi, si ritiene che non possa configurarsi l’obbligo assicurativo. Quando, infatti, i professionisti di cui al paragrafo precedente, rivestono la qualifica di dipendente operano su incarico del datore di lavoro e, dunque, ai sensi dell’art. 2049 c.c. (responsabilità dei padroni e committenti) il datore di lavoro è responsabile con imputazione oggettiva, in quanto trattasi di espletamento di una mansione su incarico e nell’interesse di un altro soggetto.

Nell’ipotesi in cui i professionisti operino in qualità di ausiliari di altri professionisti intellettuali, per questi ultimi – ancorché iscritti all'ordine, ma ausiliari di altri professionisti – non si configura l’obbligo assicurativo ai sensi e per gli effetti del combinato disposto degli artt. 2232 e 1228 c.c.. I professionisti ausiliari e dipendenti, infatti, non hanno un rapporto contrattuale diretto con il cliente creditore della prestazione e, dunque, questi non ha un’azione diretta contro di essi per l’adempimento.

Da ultimo, torna utile sottolineare che, il Consiglio Nazionale ha stipulato una convenzione con la primaria compagnia “AIG EUROPE LIMITED” a copertura dei rischi derivanti dall’attività professionale dei Consulenti del Lavoro, dove all’art. 20 “oggetto dell’assicurazione” viene espressamente convenuto che la garanzia opera anche per la responsabilità civile che possa derivare all’assicurato per perdite patrimoniali che sono involontariamente cagionate a terzi in conseguenza di un fatto colposo dei dipendenti o ausiliari dell’Assicurato della cui opera questi, personalmente, si avvale.

 

 

Commenti
In Evidenza
Consiglio Provinciale Catanzaro Composizione
23/01/2017
CONSIGLIO PROVINCIALE ORDINE DI CATANZARO TRIENNIO 2015-2018   Consigliere Foto Ruolo Curriculum Giuseppe Buscema Presidente&n...
Delibera nomina responsabile
12/10/2016
Delibera di nomina responsabile anticorruzione e trasparenza del Consiglio Provinciale del Lavoro di Catanzaro CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA DELIBER...
Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione
26/04/2016
In questa pagina vengono pubblicati i dati sulla trasparenza dell'ordine.    Piano triennale di prevenzione della corruzione  Pian...
Tavolo Tecnico Problematica SARE
23/03/2017
Si comunica che è stato attivato il tavolo tecnico voluto dall'Assessore Regionale al lavoro Dott.ssa Federica Roccisano, al fine di ridurre e ...
Composizione Commissione Certificazione Contratti
23/01/2017
Elenco dei consiglieri componenti la Commissione unitaria dei Certificazione Contratti  delibera 405 del 24 novembre 2015 giusta comunicazione 1...